COUNSELING

COMUNICAZIONE POCO EFFICACE

Il counseling è una professione il cui obbiettivo è il miglioramento della qualità di vita della persona.
Il counselor si pone in una relazione simmetrica verso il proprio interlocutore e, mettendo in atto dinamiche tese ad orientare, sostenere, e sviluppare le sue potenzialità, lo aiuta a valorizzare e consolidare i propri punti di forza e ad allenare le proprie abilità specifiche, in un contesto di autonomia decisionale.
L'attività del counselor si svolge attraverso colloqui, gestiti con metodologie mutuate da diversi orientamenti teorici, e aspetti delle dinamiche relazionali, sviluppate dalle teorie della comunicazione.
I presupposti di pensiero su cui si basa sono:

  • Il rispetto e la considerazione della persona umana e la fiducia nelle sue capacità
  • La qualità dell'incontro tra terapeuta e interlocutore secondo criteri di empatia
  • Autenticità e congruenza, promuovendo una terapia incentrata sul cliente e sulle sue capacità

Leggi anche Distinzione tra Counselor, Psicologo, Psicoterapeuta e Psichiatra

METODOLOGIA DEL COUNSELOR

Il metodo operativo del counselor ha un approccio fenomenologico e psicoanalitico relazionale. Si basa su 4 punti:

  1. Epochè: L'ascolto attivo senza alcun pregiudizio verso l'interlocutore
  2. La comprensione empatica: L'accoglienza come capacità di entrare in empatia con la persona in modo autentico, mettendolo a suo agio e comunicandogli vera accettazione, ascoltando davvero e "con il cuore" ciò che la persona sente di poter esprimere
  3. La réverie: La condivisione che consente di restituire all'altro ciò che è stato narrato, consentendo una comunicazione profonda, che mette in comune in contenuti dei messaggi verbali, ma anche permette di far circolare emozioni e sentimenti, sempre in un contesto di consapevolezza
  4. La riduzione eidetica: È ciò che riguarda l'essenza della persona, ed è un continuo processo in evoluzione per costruire una nuova vita, secondo ciò che caratterizza essenzialmente la realtà umana, e che occorre perseguire con sempre più consapevolezza

OBBIETTIVI DEL COUNSELOR

Lo scopo finale del counselor è quello di fornire all'interlocutore un'opportunità di vivere in modo soddisfacente in base alle proprie risorse.
La persona è accompagnata nel processo finalizzato a facilitare una migliore conoscenza di sè, all'accettazione e al riconoscimento dei propri bisogni emotivi, portando avanti lo sviluppo delle proprie risorse personali.

A CHI SI RIVOLGE IL COUNSELOR?

Il counseling si rivolge al singolo, a coppie, a famiglie o anche a gruppi e istituzioni, e può essere erogato in vari ambiti, quali privato sociale, scolastico, sportivo, sanitario, aziendale, filosofico

SUPERVISOR COUNSELOR

Io, Luciana Reginato, sono anche un Supervisor Counselor.
Il supervisor counselor è un professionista che offre supervisione a counselor e terapeuti. Si tratta di un processo di assistenza professionale che aiuta i counselor e terapeuti a migliorare la loro pratica professionale, ad applicare tecniche e strategie di counseling e terapia in modo efficace e a sviluppare una maggiore consapevolezza di sé.
Il suo ruolo è quello di fornire un supporto emotivo e professionale a counselor e terapeuti, aiutandoli a superare le sfide che incontrano durante la loro pratica e guidandoli attraverso un percorso di crescita professionale.