STRUMENTI PSICOLOGICI

EDUCAZIONE E TECNOLOGIA

Educazione e Tecnologia - Luciana Reginato

Negli ultimi anni l'educazione dei figli è divenuta complessa. Il genitore fatica a contrastare le numerose sollecitazioni che provengono dal mercato dell'elettronica, le quali si frappongono tra l'affettività necessaria nella relazione e il bisogno indotto e non necessario di possedere dei ragazzi, soprattutto per risultare uguali ai coetanei. Il genitore, nel marasma di richieste, fatica ad orientarsi e a trovare un modello educativo efficace.

LE STRATEGIE DEL MALESSERE

I figli esprimono i loro bisogni affettivi anche mettendo alla prova i genitori con continue richieste. Dire "no" in alcuni casi è rispondere al bisogno del figlio di essere contenuto. Se questo non avviene il bisogno espresso non riceve risposta e può cominciare un ciclo di malessere e patologia comportamentale, il quale conduce a strategie come sforzarsi di piacere, ribellarsi o stare male.

Sforzarsi di Piacere - Luciana Reginato

SFORZARSI DI PIACERE

Alcuni figli trovano risposta quando compiacciono i genitori o, più in generale, gli altri. Questo comportamento è un surrogato: si è come l'altro ci vuole. Un esempio sono i ragazzi che ripetono bene la lezione senza effettuare un ragionamento. Ottengono un bel voto, ma non hanno metabolizzato i contenuti: il loro studio rimarrà "vuoto".

RIBELLARSI

La rabbia e l'aggressività nel bambino è un segnale che rappresenta un bisogno importante che non è stato soddisfatto. Quando il bambino è aggressivo con la mamma o il papà, dimostra di aver interiorizzato una strategia di adattamento. Quando non è necessario esprimere la rabbia, questi ragazzi usano la ribellione per manifestare il bisogno insoddisfatto. Se tale strategia funziona, diventa un comportamento abituale e dannoso.

Ribellarsi - Luciana Reginato
Stare Male - Luciana Reginato

STARE MALE

Questi ragazzi sembrano sofferenti, derelitti. Queste persone hanno sperimentato l'affettività soltanto nei momenti di malessere. Di conseguenza, la loro strategia comportamentale è quella di mostrarsi sofferenti perchè sono convinti che in tale condizione possono ricevere affetto. Questi ragazzi sono al limite del loro benessere e hanno usato l'ultima strategia a loro disposizione. La mancata risposta al bisogno diventa, per loro, insopportabile.